Online il bando del Premio Pavese 2017
Il Premio Cesare Pavese nasce per rendere 0maggio a un autore divenuto un ...
Visite ai luoghi pavesiani - 2017
La Biblioteca Comunale di Santo Stefano Belbo e la Fondazione Cesare Pavese...

10/06/2010
Inaugurazione Pavese Festival

Venerdi 18 giugno 2010 – ore 18,30

Torna, dal 18 giugno al 27 agosto, il Pavese Festival in una edizione speciale per il decennale. Dopo l’edizione del 2009 dedicata all’America, soprattutto dal punto di vista letterario,quasi come un ideale prosecuzione quest’anno il festival esplora l’universo cinema.
La lunga fedeltà dello scrittore verso questa nuova arte che Lorenzo Ventavoli ha sinteticamente rappresentato così: «Breve la vita felice di Pavese scrittore di cinema, lunga la vita quieta di Pavese spettatore di cinema» parte dall’America ma ritorna all’Italia, alla potente fioritura del neorealismo cinematografico.
L’amore per il cinema americano, di cui si parlerà nel corso dell’inaugurazione con Mariarosa Masoero e Lorenzo Ventavoli, resta intatto ma il nuovo cinema italiano rappresenta una fulminea rivelazione che ridimensiona la precedente passione d’oltreoceano in un momento in cui il mito giovanile dell’America s’incrina.
E’ questo il filone principale che l’edizione 2010 del Pavese Festival intende esplorare attraverso l’ormai collaudata formula di fare interagire letteratura, cinema, teatro e musica per delineare un quadro d’insieme e coniugare intrattenimento estivo con la sempre miglior conoscenza dello scrittore nel contesto culturale del suo tempo.
La novità di questa edizione consiste in un percorso parallelo al festival di proiezioni di pellicole amate da Pavese e di film e documentari ispirati alla sua opera, da Antonioni alla coppia Straub-Huillét. Prenderà inoltre avvio una collaborazione scientifica con il nuovo Centre Pompidou di Metz (città natale di Jean-Marie Straub) attorno ai due film realizzati dal regista francese da « La luna e i falò » e dai « Dialoghi con Leucò ».
Invece la mostra di riferimento sarà dedicata a uno dei principali maestri dell’arte figurativa contemporanea, Mimmo Paladino, che sarà presente all’inaugurazione, con 38 tavole appositamente realizzate a commento de «La luna e i falò» e riunite in volume insieme al testo dell’ultimo romanzo di Pavese.
Il Pavese Festival fa parte del circuito Piemonte dal vivo e si conferma come esempio unico di collaborazione culturale tra le tre province del Piemonte meridionale (Cuneo, Asti, Alessandria), pertanto a partire da quest’anno è stato selezionato dal circuito «Festival of festivals» tra le manifestazioni italiane d’eccellenza.
Il Pavese Festival è organizzato dal Comune di S.Stefano Belbo e dalla Fondazione Cesare Pavese con il contributo di Regione Piemonte, Consiglio Regionale del Piemonte, Fondazione CRT, CRC e CRA, Compagnia di San Paolo, Provincia di Alessandria, Provincia di Cuneo, Comuni di ALICE BEL COLLE, CANELLI, CASTIGLIONE TINELLA, CAVATORE, CALOSSO, COSSANO BELBO, COSTIGLIOLE D’ASTI, MOASCA, SERRALUNGA DI CREA, UNIONE COMUNI SEI IN LANGA, COMUNITÀ DELLE COLLINE TRA LANGA E MONFERRATO, FONDAZIONE E. DI MIRAFIORE, CENTRE POMPIDOU DI METZ.