Il treno

Solo il treno con le vecchie locomotive a vapore, ormai in disuso, interrompe il ritmo di questo mondo chiuso tra le colline, dove il tempo si misura secondo l’alternarsi delle stagioni. Il fischio del treno sulla ferrata “che sera e mattina correva lungo il Belbo”, porta con sé la curiosità del mondo oltre le colline e l’inquietudine della fuga. Fa pensare “a meraviglie, alle stazioni e alle città”, interrompe l’andamento statico e contemplativo del romanzo.

Dove si trova

Prenota una visita