Al via la partnership con Paesaggi Vitivinicoli UNESCO

Paesaggi Vitivinicoli UNESCO e Fondazione Cesare Pavese rafforzano la loro collaborazione siglando un protocollo d’intesa.

Valorizzare il territorio Patrimonio dell’Umanità attraverso la promozione culturale e la didattica: è questo l’obiettivo della neonata partnership tra l’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato e la Fondazione Cesare Pavese. La collaborazione è stata ufficializzata lunedì 29 giugno 2020 con la firma di un protocollo d’intesa tra i due enti. A sottoscriverlo, Gianfranco Comaschi e Roberto Cerrato, rispettivamente presidente e direttore dell’Associazione, e Laura Capra e Pierluigi Vaccaneo, rispettivamente presidente e direttore della Fondazione. Insieme celebreremo il paesaggio culturale che ha reso questo territorio unico, tanto da ricevere il riconoscimento UNESCO nel 2014.

Scuola, arte, natura: le prime attività

Il primo progetto della partnership interesserà le scuole superiori con un bando che verrà lanciato a fine luglio in vista della ripresa delle lezioni dopo il lockdown. Nel 70° anniversario della scomparsa di Cesare Pavese e della pubblicazione de La luna e i falò, gli studenti saranno invitati a riflettere su identità e tradizione, a partire dagli spunti offerti dall’ultimo romanzo dello scrittore. Ai migliori elaborati il Premio Pavese assegnerà delle borse di studio che verranno conferite durante la manifestazione, il 24 e 25 ottobre. Una di queste sarà offerta proprio da Paesaggi Vitivinicoli UNESCO.

A ulteriore celebrazione de La luna e i falò e della cultura contadina che fa da sfondo al romanzo il direttore del sito UNESCO, Roberto Cerrato, proporrà invece di ospitare alla prossima Fiera del Tartufo di Alba la serie di tele di Ernesto Treccani dedicate al libro e attualmente esposte nella Chiesa dei S.S. Giacomo e Cristoforo.

E proprio nella settimana in cui cade la notte dei falò, sabato 8 agosto l’Associazione VITIS e il Comune di Santo Stefano Belbo in collaborazione con la Fondazione inaugureranno il primo dei sentieri nei luoghi pavesiani. Sette chilometri di camminata sui circa 60 di percorsi censiti e iscritti nell’Albo della Regione, lungo cui gli appassionati di escursionismo a piedi e in bicicletta potranno apprezzare i paesaggi tanto amati dallo scrittore.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email