Mostre | Dialogo in punta di matita

Si divide tra Gorzegno e Santo Stefano Belbo la mostra che quest’estate celebra Cesare Pavese e Beppe Fenoglio nei ritratti a matita di Silvio Tomasoni.

Doppia location per la mostra Dialogo in punta di matita di Silvio Tomasoni che quest’estate il Comune di Gorzegno (CN) e la Fondazione Cesare Pavese dedicano a Beppe Fenoglio e Cesare Pavese, unendo nel solco della letteratura l’Alta Langa alla valle Belbo. A ospitare i ritratti a matita dell’artista bergamasco, da fine giugno a fine agosto, saranno infatti rispettivamente le chiese sconsacrate di S. Martino e dei SS. Giacomo e Cristoforo, tra cui le varie opere sono suddivise. Una proposta che è anche un invito a scoprire due territori attraverso gli autori che più di chiunque altro, seppur in modo diverso, hanno contribuito a renderli immortali, nell’anno del centenario fenogliano.

Due anche le inaugurazioni:

  • sabato 18 giugno 2022 a Gorzegno con, a seguire, il concerto I musicisti di Beppe Fenoglio dell’ensemble Antidogma Musica
  • sabato 25 giugno 2022 a Santo Stefano Belbo con, a seguire, L’Orfeo contemporaneo dell’ensemble vocale Polimnia

Silvio Tomasoni e il ritratto

Scultore, disegnatore e poeta, Silvio Tomasoni inizia a ritrarre fin dall’infanzia “quando associavo una lettera dell’alfabeto a qualsiasi volto mi capitasse di contemplare”, quasi ossessionato dalla Gioconda di Leonardo, incontrata per caso su una scatola e copiata all’infinito.

“I ritratti di Pavese” racconta l’artista “sono nati principalmente per il mio amore per il poeta e scrittore, per la sua figura sfuggente e per l’idea di fare un libretto per le edizioni PulcinoElefante di Alberto Casiraghy. Quando mi è stato proposto di realizzare i ritratti di Fenoglio avevo già interiorizzato la sua figura da tempo. Mentre con Pavese avevo lavorato di getto, concentrandomi sul volto in modo quasi caricaturale, con Fenoglio i vestiti e gli sfondi hanno assunto la loro importanza così come la luce del sole delle Langhe”.

In questa serie, suddivisa tra le due sedi di Gorzegno e Santo Stefano Belbo, la tecnica a matita e il tono caldo della carta contribuiscono alla resa scultorea dei disegni: “uno scultore ama l’ombra e di conseguenza anche la luce”.

L’artista

Silvio Tomasoni nasce a Martinengo (BG) nel 1962. Scultore, disegnatore e poeta. Autodidatta, inizia dipingendo per poi scegliere la scultura, prediligendo l’intaglio diretto del marmo. Ama il disegno e il ritratto. Bibliofilo, trae ispirazione dalla letteratura fantastica e gotica. Oltre ai vari cataloghi ha realizzato tre “Girasoli” per la Liberia Bocca di Milano, su autori come Costantin Brancusi, H.P. Lovecraft, Edgar Allan Poe. Ha esordito come poeta nel 2013 nella collana “Alla pasticceria del pesce” a cura di Claudio Granaroli con la raccolta di poesie Un lupo in riva al mare. Nelle edizioni Bocca ha pubblicato le raccolte Cuore di terra nel 2015 e Ogni tanto ritorni nel 2017, accompagnando i testi con suoi disegni. Nelle edizioni “Il ragazzo innocuo” di Luciano Ragozzino ha pubblicato le raccolte di poesie Foglie ostinate (2018), e Si fa poesia nell’ozio (2021). Ha inoltre pubblicato nelle edizioni del PulcinoElefante di Alberto Casiraghy, Lentamente (2016), Omaggio a Cesare Pavese (2017) e Nell’Ade (2019). Realizza una serie di ritratti di Cesare Pavese e Beppe Fenoglio che verranno pubblicati in due libri a cura di Franco Vaccaneo: Cesare Pavese, vita, colline, libri (2020) e Beppe Fenoglio, vita, guerre, libri (2021) per l’editore Priuli e Verlucca.

Info

Silvio Tomasoni | Dialogo in punta di matita. Ritratti di Cesare Pavese e Beppe Fenoglio

18 giugno – 28 agosto 2022
Gorzegno, Chiesa di S. Martino

Ruderi Castello
Inaugurazione: sabato 18 giugno ore 18.00
Orari di visita: tutti i giorni, dalle 9.00 alle 18.30 (ingresso libero e gratuito)
Info: 0173 86012

25 giugno – 28 agosto 2022
Santo Stefano Belbo, Chiesa dei SS. Giacomo e Cristoforo

Piazza Luigi Ciriotti, 1 (già Piazza Confraternita)
Inaugurazione: sabato 25 giugno ore 18.00
Orari di visita: tutti i giorni, dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00 (ingresso libero e gratuito)
Info: +39 366 7529255

Facebook
LinkedIn
Twitter
Telegram
WhatsApp
Email