Pavese Festival

La prossima edizione del Pavese Festival si svolgerà a Santo Stefano Belbo da lunedì 2 a lunedì 9 settembre 2024, arricchita da una serie di date off che si succederanno dall’estate all’inverno. Il tema di quest’anno – Vivere senza scrivere non vivo – è tratto da una delle ultime lettere di Cesare Pavese, a sottolineare il legame indissolubile tra letteratura e vita che ha caratterizzato tutto il suo percorso professionale e umano. Il programma completo del Festival sarà annunciato a partire dal mese di luglio. Anche quest’anno l’immagine guida è realizzata da Francesco Lopomo, che ringraziamo. 

Pavese Festival 2024

L'edizione 2023

Il Pavese Festival 2023 si è svolto dal 5 al 16 settembre a Santo Stefano Belbo per concludersi a New York, dove il 27 settembre ha celebrato la passione di Cesare Pavese per la cultura e la letteratura americane. Tra gli ospiti di questa edizione Claudio Baglioni, Mario BiondiMario CalabresiNeri Marcorè (video racconto di Fabjo Hazizaj). La prossima edizione si svolgerà da martedì 3 a domenica 8 settembre 2024, arricchita da una serie di date off che si succederanno dall’estate all’inverno.  

Riproduci video su Pavese Festival 2023

Le parole sono ponti, legami, spazi di incontro fisico e interiore; la parola determina e definisce; la parola costruisce altri universi e altre parole. La parola crea. Il protagonista del racconto Il campo di granturco sta in silenzio, ricorda di essere stato in silenzio in un momento imprecisato nel tempo, di fronte al campo, alla collina, al cielo infinito. In quel silenzio si è manifestato il Mito, l’unione dell’uomo con la Natura, il dialogo della mortalità con l’immortalità, del dio con il titano.

“Tra noi non occorrono parole” ricorda che la sacralità di un incontro con la propria interiorità è da ricercare nel dialogo con il mondo naturale, con lo spazio mitico del paesaggio che da esteriore diventa interiore. Ritornare all’umano ma attraverso la mediazione della Natura, che sempre di più deve essere la nostra guida e il nostro rifugio.

Il Pavese Festival 2023 vuole così essere un invito a riattivare un dialogo intimo e fuori dal tempo con il nostro io. E a farlo ricercando nella nostra memoria il momento iniziatico in cui abbiamo incontrato il nostro campo di granoturco, quel dio che per il protagonista del racconto è stata un’epifania, un fatto sacro nel percorso di crescita e formazione dell’uomo.

“Nulla mi deve quel campo, perché io possa far altro che tacere e lasciarlo entrare in me stesso. E il campo, e gli steli secchi, a poco a poco mi frusciano e mi si fermano in cuore. Tra noi non occorrono parole.” 

L’immagine guida dell’edizione 2023 è realizzata dal grafico e illustratore torinese Francesco Lopomo.

Quest’anno, per la prima volta, al Festival si è unito il Premio Pavesedomenica 10 settembre. Le due principali manifestazioni che celebrano Cesare Pavese nel suo paese natale si sono svolte così nella stessa occasione, riunendo a Santo Stefano Belbo grandi nomi del panorama culturale e artistico italiano, per un omaggio a tutto tondo al grande scrittore, poeta, editore, critico e traduttore. Ecco i premiati di questa edizione.

Ad aprire le grandi serate del festival è stato Claudio Baglioni che nella serata di giovedì 7 settembre ha ricevuto il Premio Pavese Musica, nuovo riconoscimento che da quest’anno affianca le cinque sezioni del Premio Pavese. Protagonista del grande concerto di sabato 9 settembre è stato invece Mario Biondi con un’anteprima del nuovo album in uscita in autunno. Ospite fisso del festival, Neri Marcorè venerdì 8 settembre con Era sempre festa, uno spettacolo ispirato all’omonimo podcast realizzato con Chora Media di cui è voce narrante e che abbiamo presentato nella stessa giornata con Mario Calabresi e i lettori d’eccezione coinvolti nel progetto. 

Parte integrante di ogni edizione del Pavese Festival è la mostra che correda la manifestazione e accompagna le attività della Fondazione Cesare Pavese nei mesi successivi. Con la mostra 2023 vogliamo celebrare, attraverso una serie di inediti e prime edizioni, la letteratura italiana del ‘900 e in particolare il rapporto che univa Cesare Pavese e Italo Calvino, maestro e allievo nell’Einaudi del secondo Dopoguerra. La mostra offre inoltre l’occasione di presentare al pubblico i tre fondi recentemente acquisiti dalla Fondazione: ai fondi Molina e Vaudagna, conservati nella sala Dialoghi del museo pavesiano, si è infatti aggiunto il fondo Lorenzo Mondo, che abbiamo presentato nella nuova sala a lui dedicata. 

In occasione del Pavese Festival 2023 abbiamo presentato Era sempre festa, un nuovo podcast in cinque episodi realizzato in collaborazione con Chora Media e costruito attorno ai personaggi dei romanzi di Cesare Pavese. Al podcast abbiamo dedicato un incontro di presentazione con gli autori e i lettori d’eccezione coinvolti nella serie e uno spettacolo di Neri Marcorè, che del podcast è voce narrante. Il podcast è disponibile su tutte le piattaforme gratuite di streaming e su choramedia.com

Il Pavese Festival è promosso dalla Fondazione Cesare Pavese e dal Comune di Santo Stefano Belbo con il contributo di Regione Piemonte, Un paese ci vuole, Banca d’Alba, Banco Azzoaglio, Fondazione CRC, Fondazione CRT, Associazione Paesaggi Vitivinicoli, Audi Zentrum, Cantina Vallebelbo, Casa Italiana Zerilli-Marimò, Ceretto, Consorzio dell’Asti DOCG, Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, I Vignaioli di Santo Stefano Belbo, Lasergi, Tosa Group. In collaborazione con: Archicultura, Chora Media, Comune di Brancaleone, Confindustria Cuneo, Ente Turismo Langhe Roero Monferrato, Fondazione Mancini Carini, Landscape Storymovers®, Le Marne Relais, Museo a Cielo Aperto di Camo, Pro Loco Santo Stefano Belbo, Tabui, TicketOne. Media Partner: IVM Multimedia, Radio Alba, Radio Vallebelbo.

Il Pavese Festival negli anni​

Il Pavese Festival nasce nel 2001 come rassegna annuale tra musica, arte, teatro e libri per rendere omaggio allo scrittore nel suo paese natale. Il Pavese Festival porta infatti i grandi protagonisti della cultura italiana a confrontarsi con Cesare Pavese in un dialogo unico e intimo tra le persone, la letteratura, l’arte e le colline di Santo Stefano Belbo, amate dallo scrittore.

Negli anni il Festival si è trasformato diventando ora un appuntamento non solo per gli appassionati di Pavese ma anche per chi vuole visitare un territorio riconosciuto Patrimonio Unesco nel 2014. Inserito fra i tre eventi principali della provincia di Cuneo, il Pavese Festival offre infatti l’opportunità di scoprire le Langhe in una delle stagioni più significative: quella della vendemmia. Si tiene infatti nel mese di settembre, a ridosso del compleanno di Cesare Pavese, nato proprio qui il 9 settembre 1908. 

Tra i grandi nomi delle passate edizioni del Festival gli Avion Travel, Luca Barbareschi, Andrea Bosca, Boosta, Ezio Bosso, Canzoniere Grecanico Salentino, Vinicio Capossela, Colapesce & Dimartino, Cristina Donà, Marcello Fois, Alessandro Haber, Fiorella Mannoia, Neri Marcorè, Federico Mecozzi, Musica Nuda, Laura Morante, Pacifico, Omar Pedrini, Michele Placido, Alessandro Preziosi, Enrico Rava, per citarne alcuni. 

Ultimi eventi | Eventi

Il Pavese Festival a New York

Casa Italiana Zerilli Marimò 24 West 12th Street, New York

Scopri di più sull'evento conclusivo del Pavese Festival 2023 dedicato al Cesare Pavese traduttore.

Gratuito

Passeggiata in collina

Piazza Umberto I, S. Stefano Belbo Piazza Umberto I, Santo Stefano Belbo

Torna la tradizionale passeggiata del Pavese Festival sui sentieri pavesiani, con merenda sinoira, letture e musica a seguire.

Gratuito

La luna raccontò

Biblioteca ragazzi c/o Biblioteca Civica di S. Stefano Belbo Piazza Ciriotti 1, Santo Stefano Belbo

Uo spettacolo per bambini a cura del Teatro di Tela ideato in occasione del Pavese Festival 2023.

Gratuito