Premio Pavese Scuole 2022: il bando

Per il Premio Pavese Scuole 2022, ragazze e ragazzi sono invitati a confrontarsi con il passaggio dall’adolescenza alla maturità a partire da Il diavolo sulle colline e La bella estate. 

Siamo molto felici di presentare il bando del Premio Pavese Scuole 2022, l’iniziativa che dal 2020 vuole avvicinare i più giovani a Cesare Pavese attraverso l’interpretazione in chiave personale delle sue opere.  Iriferimento testuale dei partecipanti a questa edizione è la trilogia La bella estate, già scelta per la maratona di lettura collettiva abbinata al Pavese Festival e al Premio Pavese 2022.

A ragazze e ragazzi del triennio delle scuole superiori viene infatti richiesto di presentare un elaborato ispirato a Il diavolo sulle colline e a La bella estate che approfondisca un tema centrale nel pensiero di Cesare Pavese:  “A quei tempi era sempre festa”: il passaggio dall’adolescenza alla maturità. Entrambi i testi sono disponibili sulla app per il social reading Betwyll, dove è anche possibile leggere (e commentare) le riflessioni pubblicate dai partecipanti alla maratona. 

La maturità è tutto

Sul frontespizio del suo ultimo romanzo, La luna e i falò, Cesare Pavese appose la frase “Ripeness is all” – la maturità è tutto – tratta dall’Amleto di Shakespeare. Lo scrittore sentiva drammaticamente di essersi precluso quella maturità per non aver vissuto parte della sua adolescenza, sacrificata agli studi e alla scrittura. Nelle ultime pagine de Il mestiere di vivere infatti, in seguito al Premio Strega ottenuto nel marzo del 1950, scriveva: “a questo trionfo manca la carne, manca il sangue, manca la vita.” Uno dei motivi che alimentarono la disperazione che lo portò al suicidio. L’autore, raffinato e profondo conoscitore dell’animo umano, aveva approfondito attraverso la sua produzione narrativa questo nodo dell’esistenza umana, in particolare nella trilogia La bella estate.

Nei primi due romanzi della raccolta (di cui consigliamo la lettura) risulta centrale il tema del delicato passaggio dall’adolescenza alla maturità, attraverso differenti esperienze di esplorazione, scoperta, talvolta delusione e sconfitta. Con questo progetto crediamo che ancora una volta troverà conferma il fatto che “leggere Pavese oggi significa stare davanti allo specchio per trovare il coraggio di riconoscersi, di sostenere quello sguardo, accogliendolo.” (P. Vaccaneo, A Torino con Cesare Pavese. Un arcipelago interiore, Giulio Perrone editore). 

Come partecipare

I partecipanti al Premio Pavese Scuole 2022 dovranno elaborare un saggio o riflessione critica di carattere espositivo/argomentativo oppure un testo narrativo in forma di racconto breve (minimo 3 – massimo 5 cartelle) ispirato alle suggestioni pavesiane suggerite dalle due opere. 

L’elaborato dovrà essere inviato via mail a info@fondazionecesarepavese.it esclusivamente in formato PDF entro domenica 23 ottobre 2022, corredato dalla scheda di partecipazione e dalla liberatoria firmata da un genitore (per gli studenti minorenni).

Ogni concorrente potrà partecipare con un solo elaborato, indipendentemente dall’adesione della scuola. Gli elaborati saranno esaminati da una giuria di esperti, il cui giudizio è insindacabile. Per tutti i dettagli si rimanda al testo completo del bando.

Scarica il bando

Scarica la scheda di partecipazione

Scarica la liberatoria

La premiazione

I primi tre classificati del Premio Pavese Scuole 2022 verranno omaggiati con buoni per l’acquisto di libriLa cerimonia di premiazione si terrà in occasione del Premio Pavesesabato 5 novembre 2022, presso la sede della Fondazione Cesare Pavese, all’interno della Chiesa dei SS. Giacomo e Cristoforo.

Il Premio Pavese Scuole è organizzato e promosso dalla Fondazione Cesare Pavese in collaborazione con l’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato e con Banco Azzoaglio.

Il Premio Pavese è realizzato con il sostegno di Regione Piemonte, Comune di Santo Stefano Belbo, Fondazione Cassa Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa Risparmio di Torino.

Partner: Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, Associazione Archicultura – Premio Acqui Storia, Ceretto Vini, Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco di Alba, Ente Turismo Langhe, Monferrato e Roero, IVM Multimedia, Premio Strega, Radio Vallebelbo.

Nell’immagine di copertina un particolare del dipinto di Ernesto Treccani, L’estate.

Facebook
LinkedIn
Twitter
Telegram
WhatsApp
Email